27 maggio 2024

Nuova acquisizione in casa Maticmind per il controllo della maggioranza di ENG

Maticmind, system integrator leader nel settore ICT italiano, ha acquisito la maggioranza di ENG, società attiva nello sviluppo di software di Artificial Intelligence applicato al campo del riconoscimento di immagini.  

Le applicazioni sono focalizzate sui progetti di smart city e smart mobility, oltre che su servizi quali il monitoraggio del traffico, la Road Safety, e il supporto alle attività di Law Enforcement. ENG rappresenta un’eccellenza italiana nel campo degli algoritmi di Artificial Intelligence su cui Maticmind ha voluto investire per accrescerne ulteriormente il potenziale e i possibili use case. Un nuovo modello per digitalizzare i processi attraverso asset proprietari, che consentiranno al gruppo Maticmind di fornire soluzioni sviluppate internamente ai propri clienti che oggi sono più di 1000 (50% pubblici e 50% privati). 

Con il perfezionamento dell’operazione, il co-fondatore di ENG, Enrico Guidotti, detiene una quota di minoranza nel capitale ed è confermato nel ruolo di Presidente, affiancato dagli altri co-fondatori, Angelo Dionisi, confermato Amministratore Delegato, e Mirko Pasqualetti.  

Un nuovo passo nello sviluppo di Maticmind, realtà con più di 1500 dipendenti e sedi in tutta Italia, che sta espandendo il proprio interesse anche sui mercati internazionali. 

“L’acquisizione della maggioranza di ENG ci consente di esplorare nuovi mercati, offrendo soluzioni sviluppate in house. L’intelligenza artificiale apre infiniti scenari, è uno dei principali driver per la digitalizzazione e vogliamo giocare un ruolo primario in questo settore, da qui la volontà di chiudere quest’operazione” ha dichiarato Carmine Saladino, Presidente Maticmind. 

Enrico Guidotti, co-fondatore di ENG, che continuerà a guidare l’azienda rimanendo un azionista di minoranza della società, ha dichiarato: “È con grande entusiasmo che diamo il benvenuto a Maticmind come nostro nuovo azionista. Con il loro supporto, siamo fiduciosi che potremo non solo consolidare la nostra presenza in Italia e su alcune aree internazionali già con successo presidiate, ma anche espandere ulteriormente la nostra attività in mercati europei ed extra europei che già ora ci vedono presenti. Guardiamo al futuro con ottimismo e determinazione, pronti a cogliere le opportunità che questa nuova fase ci offre.” 

La notizia è stata ripresa anche su La Stampa, Il Secolo XIX, La Borsa Italiana, FinanceCommunity, Cor.Comunicazioni, TechCompany360.